Studio Poli e Associati - come funziona un brevetto
17886
post-template-default,single,single-post,postid-17886,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Come funziona il brevetto

 

 

stefano mimmocchi rendering articoli come funziona il brevetto

 

 

Come funziona il brevetto?

 

In questo articolo vogliamo spiegare come funziona il brevetto e cosa bisogna fare prima di commercializzare la vostra idea. Come sapete quando una persona crea un oggetto originale e innovativo con l’intento di venderlo, deve evitare che qualcuno “ne approfitti”. In questo senso il brevetto aiuta ad evitare spiacevoli situazioni. Ma partiamo dall’inizio.

 

Cosa è un brevetto

Il brevetto è semplicemente un titolo che consente all’ideatore di poter commercializzare la propria invenzione in esclusiva. In questo modo altri non possono guadagnare attraverso il suo prodotto ( a meno che non si decida di vendere il brevetto). Non si può brevettare qualsiasi cosa come ad esempio scoperte, teorie, metodi ecc. Si possono invece brevettare le invenzioni come ad esempio macchinari industriali, alimenti, ecc.

Esistono 2 tipi di brevetto: per invenzione o per modello di utilità. Il primo esempio riguarda una invenzione unica e innovativa che risolve un problema tecnico mai risolto in precedenza. Il secondo invece riguarda una idea che migliorano oggetti già esistenti.

Ricapitolando, il brevetto deve essere nuovo ed originale, deve rispettare il buon costume e deve poter essere prodotto a livello industriale.

Tale brevetto ha valenza territoriale a seconda di dove si vuole commercializzare il prodotto inventato (in italia, in europa o a livello internazionale). I brevetti hanno una durata specifica e non possono essere rinnovati alla scadenza (20 anni per il brevetto per invenzione e 10 anni per il modello di utilità).

 

Cosa fare all’inizio

Per brevettare una idea bisogna per prima cosa rivolgersi all’ufficio brevetti che dopo la presentazione della richiesta di registrazione e una opportuna analisi, decide se l’oggetto è idoneo a ricevere il brevetto. Per i documenti necessari per il brevetto consigliamo di rivolgersi a studi di ingegneria che aiutano l’inventore ad espletare tutta la documentazione necessaria. Cosa serve? E’ necessaria una ricca documentazione tecnica per via cartacea presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, o per via telematica all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Non serve presentare il prodotto fisico. Nei documenti da consegnare devono essere presenti la descrizione, disegni tecnici dell’invenzione e un riassunto generale dell’idea. Bisogna inoltre specificare le caratteristiche dell’invenzione elencando le cosiddette rivendicazioni.

Il brevetto prevede una tassa di deposito che varia in base al metodo scelto e in base al numero di pagine della documentazione fornita. E’ molto importante presentare anche una versione in inglese delle rivendicazioni altrimenti ci sarà da versare una tassa ulteriore.

Come detto in precedenza consigliamo vivamente a tutti di rivolgersi ad esperti del settore che vi aiuteranno a brevettare le vostre idee senza brutte sorprese! 

 

 

2 Comments
  • Paolo B.
    Posted at 21:47h, 27 Dicembre Rispondi

    Articolo molto interessante. Non sapevo ad esempio che c’era una durata specifica sui brevetti.

    • StefanoMimmocchi
      Posted at 10:26h, 28 Dicembre Rispondi

      Ciao Paolo,
      grazie per l’apprezzamento! Ovviamente non essendo grande esperto dell’argomento ho preferito dare una spiegazione generica. Se hai intenzione di approfondire la questione ti consiglio vivamente di consultare un esperto ( nell’articolo ho linkato uno studio di progettazione che conosco bene e che ha esperienza nei brevetti) o di fare un giro sul web per raccogliere altre informazioni. Il motivo principale deriva dal fatto che la regolamentazione può cambiare nel corso del tempo e si rischia di non essere aggiornati sull’argomento proprio nel momento del bisogno!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.